LA PROTEZIONE CIVILE INCONTRA LA SCUOLA PRIMARIA DI BOMBONINA

Data:

mercoledì, 20 gennaio 2021

Argomenti
Notizia
IMG_20210114_154634.jpg

 

 

Giovedì 14 gennaio gli alunni delle classi quarta e quinta della scuola primaria di bombonina hanno incontrato Ugo Piero, coordinatore della Protezione Civile a.n.a sezione di Cuneo.

Il ritorno dell’educazione civica tra le discipline scolastiche ha visto infatti le classi approcciarsi con la protezione civile, i suoi compiti e le sue funzioni.

A seguito della visione e discussione di documenti, video, siti internet in merito alla protezione civile, abbiamo trattato in classe l’argomento partendo da cosa significa per noi un’emergenza e giungendo a come si gestiscono le emergenze/calamità a livello territoriale e nazionale.

Abbiamo così scoperto i componenti della Protezione Civile e il suo dispiegamento capillare sul territorio, per essere vicino e attento alle diverse situazioni geografiche e comunitarie.

Grazie alla disponibilità del coordinatore della sezione di Cuneo ci siamo collegati via meet per saperne di più e affrontare con chi è del mestiere questo tema.

Ugo Piero, rispondendo alle numerose domande dei ragazzi, ci ha raccontato dei mezzi che la sezione di Cuneo possiede (torri faro, motoseghe, jeep, generatori, equipaggiamento da campo …) e a cui si dedica molto tempo per la manutenzione e per la gestione organizzativa. Non ci si può infatti improvvisare volontari della protezione civile, ma si fanno corsi ed esercitazioni, ci si prepara alle più disparate situazioni per essere in qualsiasi momento pronti a intervenire.

Con orgoglio ci ha poi rivelato che a livello europeo la Protezione Civile Italiana non ha eguali, e che già in diverse occasioni è stato richiesto il suo intervento anche all’estero.

A conclusione ci siamo domandati cosa possiamo fare noi come cittadini responsabili e Piero ci ha detto che “tutti noi siamo la protezione civile” in quanto possiamo evitare interventi e aiutare, semplicemente ascoltando gli annunci di allerta emessi, piuttosto che rispettando le regole e le istruzioni che ci vengono date dalla stessa.

un esempio concreto che ci ha portato Piero è quello di pescatori, che nonostante l’allerta di alluvione, richiedono soccorso in quanto dispersi su qualche lingua di terra in mezzo al fiume. Queste mancate attenzioni dei cittadini costano in termini di risorse e di tempo cifre molto elevate, che potrebbero essere risparmiate se fossimo più capaci di ascoltare.

Ringraziamo per la disponibilità Ugo Piero che ci ha raccontato di questa importante realtà di volontariato del cuneese che conoscevamo poco e che impareremo ad ascoltare maggiormente.

Per approfondimenti:

http://www.protezionecivileanacuneo.it/

http://www.protezionecivile.gov.it/media-comunicazione/pubblicazioni/dettaglio/-/asset_publisher/default/content/la-protezione-civile-in-italia

 

Questo sito utilizza cookie tecnici per erogare i propri servizi e analizzare il traffico.

Altri dettagli